I nei (o nevi) sono delle macchie dell’epidermide che solitamente hanno un colore marrone. Queste neoformazioni possono apparire anche durante l’arco di tutta la vita: l’esposizione ai raggi solari può essere una delle cause della loro comparsa.
La loro forma può essere piatta o rotondeggiante e di forma simmetrica, i bordi sono regolari e ben definiti; il diametro si aggira intorno ai 6 mm.
I nei displastici, ovvero atipici, sono particolari nevi benigni che possono evolvere in melanomi. Il rischio della formazione di nei maligni è proporzionato alla quantità di nei presenti sulla superficie cutanea, infatti chi ha più nei displastici corre un rischio maggiore. Un ruolo fondamentale lo gioca anche il fattore ereditario. Dunque per un’adeguata prevenzione è necessario effettuare un’anamnesi familiare, cioè valutare i casi di neoformazioni maligne.

Anche in questo caso, la prevenzione è fondamentale.

Buona norma è rivolgersi periodicamente ad un dermatologo che effettuerà la mappatura dei nei per evidenziare la presenza di nei displastici.
Per la valutazione e la diagnosi clinica il dermatologo, durante l’esame non invasivo del controllo dei nei, utilizza la regola del “ABCDE”:

  • A come asimmetria, i nei displastici hanno una simmetria irregolare, spesso con una linea al centro che lo divide in due metà
  • B come bordi, appaiono irregolari con sfumature che si estendono
  • C come colore, questi nei hanno un colore marrone scuro, rosso, nero o blu
  • D come diametro, per essere considerato melanoma un neo deve superare i 6 mm, però in certi casi ha anche una dimensione inferiore
  • E come evoluzione, i nei solitamente hanno un’evoluzione atipica dopo circa 35-40 anni.

I primi segni e sintomi che possono destare sospetto di un melanoma sono: dolore, prurito, ulcerazioni, sanguinamento, innalzamento, formazione di croste, gonfiore, colore blu-nerastro.

Con una giusta prevenzione questi melanomi sono facili da identificare ed è semplice rilevare una terapia tempestiva, evitando così l’aggravarsi del melanoma che può portare anche a metastasi difficili da curare e attaccare altri organi.

I dermatologi consigliano per precauzione, sia per persone con nei normali sia con nevi displastici, di non esporsi al sole tra le ore 10 e le ore 16 per evitare ustioni ed è necessario utilizzare le creme solari per la difesa dai raggi UVA e UVB; inoltre sono sconsigliate lampade artificiali e abbronzature solari. Esaminarsi davanti allo specchio una volta al mese è una buona abitudine: appena si nota un cambiamento è bene rivolgersi subito ad un dermatologo.

Presso lo Studio in Via Casaregis 42A a Genova, la Dott.ssa Alessandra Pavesi esegue l’esame di controllo dei nei, per adulti e per bambini.

Contattatemi per prenotare la vostra visita!