Fotodinamica in day-light: Trattamento della Cheratosi Attinica Superficiale in una sola seduta sfruttando la luce solare

Solo in estate (da Maggio a Ottobre) è possibile effettuare la terapia fotodinamica per curare le cheratosi attiniche di grado lieve in “day-light” sfruttando cioè la luce solare anziché sottoponendosi alla lampada. Presentata durante il 23° Congresso Mondiale di Dermatologia di Vancouver, la fotodinamica in day-light (D-PDT, daylight photodynamic therapy) è una nuovissima terapia per la cheratosi attinica e si ottengono risultati apprezzabili generalmente in un’unica seduta.

A Genova (grazie al nostro fortunato clima) è possibile effettuare la terapia solo tra Maggio e Ottobre, perché richiede l’esposizione alla luce solare.

Diversi studi dimostrano che in genere porti ad una remissione completa dei danni da cheratosi attinica e riduca la possibile insorgenza di nuove forme tumorali con una risposta completa delle lesioni del 70 – 90% a tre mesi.

“La terapia fotodinamica convenzionale, raccomandata dalle Linee guida europee del 2013 e pubblicate sul Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, consiste nell’utilizzo di una sostanza fotosensibilizzante, il metil-aminolevulinato, applicata nella zona da trattare – spiega Maria Concetta Fargnoli, Direttore della Clinica Dermatologica dell’Università dell’Aquila – L’impiego di luce artificiale a una specifica lunghezza d’onda attiva la sostanza, determinando la morte selettiva delle cellule tumorali. È una terapia molto efficace che oltre ad avere una percentuale di risposta altissima dà un eccellente risultato cosmetico. Diversi studi dimostrano come la terapia fotodinamica porti ad una remissione completa dei danni da cheratosi attinica e riduca la possibile insorgenza di nuove forme tumorali con una risposta completa delle lesioni del 70 – 90% a tre mesi”.

Scopri di più su: http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=29528

Attachment

  • Genova Fotodinamica in day-light cheratosi attinica